Fare impresa in Italia: impossibile

image

Da tre settimane ho iniziato uno stage in un’azienda di consulenza. Mi ero avvicinato alle pmi toscane per fare la tesi e nel progetto della digitalizzazione, ma è la prima volta che lavoro direttamente nel privato. In poco tempo ho capito nella pratica quale è l’andazzo…

1) Le imprese sono massacrate dalle tasse. Entro nello studio e vedo appeso il foglio per pagare l’acqua: 4 euro di consumo, 4 euro di gestione alla municipalizzata, 10 euro di tasse.
2) Le imprese non possono assumere e crescere perché le tasse sul lavoro sono troppo alte. 1200 al dipendente costano 2500 euro all’impresa. Così la disoccupazione rimane alta e le imprese non si possono strutturare. Il modello italiano è basato sulle pmi, vero, però, per essere competitivi bisogna avere il capitale umano sufficiente ad ottimizzare la produttività. Oggi non è possibile.
3) Non importano i dati ISTAT a dirlo: il mercato interno è fermo e con la crisi della Russia anche le esportazioni ne risentono. Intanto la pubblica amministrazione non paga. Le aziende, però, avrebbero tante idee nel cassetto per tornare a crescere, magari fornendo prodotti innovativi, ma non hanno liquidità e tanto meno le banche favoriscono gli investimenti. Di questo passo, l’unico obiettivo rimane sopravvivere.
4) La burocrazia è disarmante. Lacci, lacciuoli, scartoffie, rischi di controlli, studi di settore, pratiche, lentezze. Questo è un antisistema.
5) La giustizia è lenta e costosa; non c’è certezza del diritto. Imposizioni retroattive da parte dello stato rischiano di fare saltare tutte le scelte economiche.
Insomma: fare impresa in Italia è impossibile.

Forse è indispensabile una rivoluzione liberale?
Il rilancio delle pmi e del sistema Italia passa da un Terzo Risorgimento: più libertà, meno stato ipertrofico (ma forte nel suo piccolo), meno tasse, meno burocrazia.
Sono sempre più convinto che queste idee siano una buona soluzione.

Luca Cosimi – Blog in Libertà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...