Idee propositive per realizzare un piano spiaggia sostenibile a San Vincenzo (6): Azioni di gestione

AZIONI DI GESTIONE: SPIAGGIA “PRIMA PAGINA”

a) PULIZIA ANNUALE. Garantire una pulizia annuale delle spiagge urbane visto che queste sono la “Prima Pagina” del nostro territorio; a questo si aggiunga una gestione dei materiali spiaggiati (alghe) in maniera ecologica per evitare costi aggiuntivi alla collettività e magari garantire un riuso sostenibile degli stessi. Le spiagge, quindi, devono essere mantenute usufruibili tutto l’anno con un minimo di servizi anche durante i mesi invernali (cestini, sgrossatura, ecc), in quanto deve essere venduta la bellezza di fare una passeggiata anche a novembre o gennaio. Incentivare i concessionari per il mantenimento delle attrezzature entro date minime, ad esempio, dal 1° maggio al 15 ottobre. Si preveda anche una semplificazione del servizio.

b) RIPASCIMENTI. Esecuzione di ripascimenti, ove necessari, prima della stagione balneare magari utilizzando mini-idrovore sulla scorta delle esperienze positive già da anni fatte sugli arenili liguri e sul tema sollecitare la Regione Toscana a legiferare in materia. Realizzare azioni di contenimento dell’erosione in modo strutturale e maggiormente diffuso sul litorale.

c) PIANO DI SALVAMENTO COLLETTIVO Prevedere l’organizzazione, con la collaborazione della Capitaneria di Porto, di un nuovo piano di salvamento collettivo, che corregga gli errori del recente passato e che sia efficace, efficiente, nasca da collaborazione e fiducia reciproca, garantisca un equo sharing e divisione dei costi e dei contributi tra pubblico e privato, preveda una valutazione economico-manageriale ex ante con valutazione di buone pratiche già in vigore in altre località turistiche e presenti controlli gestionali in itinere.

 

d) FONDO SPIAGGE. Destinare parte degli introiti della tassa di soggiorno e i futuri introiti del bagno pubblico a Rimigliano in modo trasparente alla gestione dell’arenile in un determinato Fondo Spiagge, che sia inclusivo di risorse per:

– la gestione e la pulizia annuale;

– investimenti destinati alle strutture per disabili e agli altri microservizi complementari e funzionali; -il ripascimento;

– la premiazione del Certificato di Spiaggia d’Eccellenza;

– il cofinanziamento del piano di salvataggio collettivo;

– il sistema di perequazione;

– la sistemazione dei fossi;

– la sistemazione delle vie di accesso al mare e dei parcheggi limitrofi;

– il servizio straordinario estivo di controllo delle spiagge da parte dei vigili;

– la promozione di eventi e iniziative sportive balneari;

– una riserva di salvaguardia, da incrementare annualmente e da usare in caso di imprevisti eventi calamitosi.

 

Continua a leggere le proposte per la spiaggia di San Vincenzo con i precedenti e i prossimi post …

Luca Cosimi – Blog in Libertà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...