Da SALVINI a un CENTRODESTRA MODERNO

salvini

Da SALVINI a un CENTRODESTRA moderno.
Ho cancellato il post su FB ironico che avevo messo sabato 19 Dicembre su Salvini. Non condivido né i suoi toni, né la sua proposta politica, né i suoi alleati francesi e neanche il suo modo di fare irriverente verso chi teoricamente dovrebbe essere un alleato politico. Da liberale, magari mi sono sbagliato a “becerare” qui su FB a parità del suo bassissimo livello. Vorrei, però, un centrodestra diverso e alternativo alla proposta salviniana.

Un centrodestra che creda in una società aperta e difenda l’Italia e la legalità, senza cadere nel razzismo (altrimenti diamo ragione a quelli di sinistra che ci considerano tali a prescindere, come è capitato a me in consiglio comunale). Un centrodestra liberaldemocratico e non populista o delle ruspe. Un centrodestra che non stia in mezzo tra la rozzezza ignorante e l’inciucio, ma detti una linea politica identitaria e un programma liberale. Un centrodestra riformista e liberista alternativo alla sinistra e alla socialdemocrazia. Un centrodestra laico che dia libertà di opinione, di religione e di scelta sui temi etici.

Un centrodestra che dica come tagliare gli sprechi della politica e eliminare gli enti inutili e riduca le tasse sulle imprese e sul lavoro, così che si possa creare nuovo lavoro e nuova occupazione in Italia. Un centrodestra che torni a fare una politica nel Mediterraneo e abbia di nuovo gli Stati Uniti come alleato. Un centrodestra che lavori in Europa perchè questa sia più federale e meno burocratica. Un centrodestra di nuovo aperto ai giovani, agli emarginati da questa crisi di tutte le età, a chi è stufo dei politicanti di promesse. Un centrodestra che si batta per facilitare la vita a chi fa impresa, da chi vende un servizio, una professione, commercia o produce. Un centrodestra che combatta per avere una scuola che forma giovani che poi possono trovare un lavoro e aprire nuove imprese in Italia, senza essere costretti a emigrare.

Un centrodestra che si batta per avere una società meritocratica e solidale, in cui anche gli svantaggiati abbiano le loro chances. Un centrodestra che si proponga come baluardo per un terzo risorgimento italiano, di rilancio economico e di nuova prosperità.

Forza-Italia-Berlusconi Il partito che più si avvicina a questa idea è Forza Italia. Se Forza Italia riesce a capire e a tradurre in una proposta politica queste idee tornerà ad essere trainante, perchè la grande maggioranza degli elettori che non vanno a votare cercano questa offerta politica in cui riconoscersi. Mi auguro questo. Se Forza Italia, invece, si ferma e tentenna tra due mondi, la Giostra da Paura di Salvini e il Diabolico Paradiso di Renzi, significa che inevitabilmente si creerà un nuovo movimento che sia di nuovo inclusivo, plurale e, soprattutto, vincente alle elezioni e nei risultati concreti di Buon Governo, come direbbe Einaudi, successivi. Ritengo che Salvini in questo progetto ci debba essere, con toni più responsabili, e vorrei che il leader si potesse scegliere con delle primarie sensate. Non può, però, essere lui a prescindere, perchè sono altre le idee a rappresentare milioni di cittadini da Nord a Sud Italia.

Luca Cosimi – Blog in Libertà

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...