Archivi categoria: SìAmo San Vincenzo

Mozioni, Interrogazioni, Ordini del Giorno, Opinioni – SìAmo San Vincenzo in Consiglio Comunale

Piano salvataggio: le bugie del sindaco

Perché il SINDACO BANDINI è ancora una volta BUGIARDO con le sue dichiarazioni? Con il suo piano di salvataggio dà un servizio di scarsa qualità e HA MESSO IN PERICOLO CITTADINI, TURISTI E BAGNINI. Bisogna avere accuratezza di garantire a pieno la SICUREZZA sulla spiaggia come fanno nelle migliori località turistiche.

Continua a leggere

Annunci

COMUNICATO: A FAVORE DEGLI INTERVENTI PRIVATI A RIMIGLIANO E RIVA DEGLI ETRUSCHI

COMUNICATO: A FAVORE DEGLI INTERVENTI PRIVATI A RIMIGLIANO E RIVA DEGLI ETRUSCHI A SAN VINCENZO

Nel consiglio comunale del 27 Maggio è stato votato il progetto privato di riqualificazione di Riva e al prossimo consiglio del 7 Giugno verrà discusso il progetto di Rimigliano. In entrambi i casi mi trovo a favore.

Continua a leggere

MOZIONI E INTERROGAZIONI CONSIGLIO COMUNALE 28 Maggio a San Vincenzo #libertà #partecipazione

Buongiorno. Grazie a tutti i numerosi cittadini di San Vincenzo che mi hanno scritto per presentare progetti e interrogazione per il prossimo consiglio comunale del 28 Maggio. E’ una partecipazione attiva dei cittadini che reputo molto positiva sia nel ruolo di rappresentante dell’opposizione sia per una futura giunta comunale che dovrà essere più aperta e coinvolgente per i cittadini. Come diceva in una sua canzone Giorgio Gaber “Libertà è partecipazione”.
logo quadrato

Continua a leggere

A malincuore mi tocca dare ragione a Renzi che parla di “promesse folli e irrealizzabili”. È ora di stare all’opposizione. Il suo governo ha fatto parecchie cose sbagliate come ho avuto modo di esporre in questo blog (mancette, migranti, rompere il Nazareno per boria, rapporto con le banche) e a debito, ma la prospettiva delle proposte incoerenti, assistenziali, da peggio della prima Repubblica e in combo giallo-verdi sono inaccettabili e ci porteranno alla bancarotta. Penso che nel tempo che i grillini hanno per fare danno e con la morte della socialdemocrazia, Renzi debba chiudere la baracca pd. Da oggi ci sta la necessità di fare una coalizione nuova di centro-centrodestra dal cuore fortemente liberale e Atlantico, ma aperta al conservatorismo moderato e al riformismo, che unisca Meloni (destra), Berlusconi (centrodestra), Renzi (centro) ma anche la vecchia lega attenta al federalismo fiscale.

Ai posteri ardua sentenza.

Luca Cosimi – blog in libertà